corso programmazione microstation


Da oggi, disponibile un corso per chi volesse imparare le basi della programmazione del cad microstation ed utility collegate.


Maggiori info qui

QGIS e NMEA Gps


In questo breve tutorial viene descritto come connettere QGIS all'app per iPhone NMEA GPS , in maniera tale da ricevere i dati GPS dal telefono.


per prima cosa, scaricate da itunes l'app NMEA GPS 

dopo averla avviata e concesso i permessi per localizzazione in background, dalle impostazioni dell'app ( accessibili anche dall'interno dell'app, dalla schermata principale ), configuratela come segue ( ossia, nmea wifi server attivo, modalita' TCP , porta 11000 ( o anche altre, da ricordare poi perche' vi servirà per impostare qgis ) ):

impostazioni nmea gps


Il macbook con qgis dovrà essere connesso alla stessa rete locale, vi servirà quindi l'ip del telefono per poterlo raggiungere, individuabile dalle impostazioni del telefono ( nel caso sotto, l'indirizzo ip, che vi servirà per impostare qgis, è 192.168.2.13 ) :


impostazioni rete telefono


A questo punto, potrete verificare che tutto sia configurato correttamente aprendo un browser e facendolo puntare al server/porta indicati :

http://192.168.2.13:11000

dovreste vedere una sequenza di stringhe a schermo, del tipo :

$GPGGA,190135.00,4531.1358,N,921.8087,E,12,12,20.0,128.0,M,0.0,M,0.0,0000*74
$GPGSA,A,3,01,02,03,04,05,06,07,08,09,10,11,12,22.2,20.0,9.6*3e
$GPGSV,3,1,12,01,45,045,50,02,45,045,50,03,45,045,50,04,45,045,50*7c
$GPGSV,3,2,12,05,45,045,50,06,45,045,50,07,45,045,50,08,45,045,50*77
$GPGSV,3,3,12,09,45,045,50,10,45,045,50,11,45,045,50,12,45,045,50*71
$GPRMC,190136.00,A,4531.1358,N,921.8087,E,0.0,-1.0,270914,0.0,E,A*1d
$GPVTG,-1.0,T,0.0,M,0.0,N,0.0,K*62
$GPGGA,190136.00,4531.1358,N,921.8087,E,12,12,20.0,128.0,M,0.0,M,0.0,0000*77
$GPGSA,A,3,01,02,03,04,05,06,07,08,09,10,11,12,22.2,20.0,9.6*3e
$GPGSV,3,1,12,01,45,045,50,02,45,045,50,03,45,045,50,04,45,045,50*7c
$GPGSV,3,2,12,05,45,045,50,06,45,045,50,07,45,045,50,08,45,045,50*77
$GPGSV,3,3,12,09,45,045,50,10,45,045,50,11,45,045,50,12,45,045,50*71
$GPRMC,190137.00,A,4531.1358,N,921.8087,E,0.0,-1.0,270914,0.0,E,A*1c

significa che il server NMEA è impostato correttamente e sta funzionando


A questo punto vi rimane da configurare qgis :

nel menù :

visualizza -> pannelli

attivate il pannello "Informazioni sul GPS"

configuratelo come da schermata allegata ( modalità gpsd, server 192.168.2.13 ( sostituitelo con l'ip del vostro telefono), e porta 11000 ( quella che avete configurato in NMEA Gps ).

premete quindi "Connetti" e dovreste vedere la seguente schermata ( notate la scritta in basso, "connesso al gps", e l'indicazione della posizione attuale sullo schermo, il cerchietto con la croce ) )



qgis


Nota:

qgis nella versione attuale pare non supportare il protocollo UDP , preferibile per vari motivi in questo tipo di connessioni ( innanzitutto perchè più leggero per il telefono , specie in caso di connessioni multiple ; inoltre non avrete bisogno dell'ip per la configurazione, visto che NMEA GPS in modalità udp non richiede server )



OpenGTS


OpenGTS e' una serie di webapps, installabili su Tomcat , che permettono di tracciare device ( o applicazioni compatibili ) , permettendo di sapere istantaneamente dove sono localizzati, fare report su percorsi, consegne, etc.

La pagina web dell'applicazione e' http://www.opengts.org

Ho reso disponibile una installazione di test, disponibile a chiunque me ne faccia richiesta , su questo server :

http://opengts.3bsoft.com:8090/track/Track

per testare le app da me rilasciate compatibili con questa tecnologia 


Vi verrà creato un utente di test personalizzato per poterne verificare le potenzialità e potrete chiedere informazioni de supporto fino a quando lo ritterete opportuno; se soddisfatti, potrete scegliere se avere la Virtual Machine con il software installato ( OpenSuse 13.1 , 768k di ram, 1 processore ) , o passare su un altro server ad alte prestazioni ed affidabilità 


a breve tutte le applicazioni di tracciamento da me sviluppate saranno compatibili con OpenGTS e permetteranno quindi l'invio al server dei dati di tracciamento salvati in locale ( in maniera asincrona , con varie possibilità, potendo scegliere ad esempio la frequenza di invio e se attendere la disponibilità di connessione wifi)


Per ogni informazione contattatemi

Migrazione da VC++ 2005


Visual studio 2005 , ed in particolare VisualC++ 2005 , rappresentano una pietra miliare nel rilascio dei prodotti di sviluppo Microsoft :

Visual C++ 6.0 aveva grossi problemi con i templates, parzialmente risolti in Visual Studio 2003 , che però introduceva una sintassi per le managed extensions particolare ( e subito abbandonata ) che complicava un po' le cose ;

Il lancio di Visual Studio 2005 fu quindi fatto in grande stile da Microsoft, con il Project Manager responsabile del progetto a presenziare personalmente ai vari incontri co gli sviluppatori organizzati in tutto il mondo :

rispetto alle versioni precedenti, Visual c++ 2005 dichiarava una velocita' del codice eseguibile maggiore del 40% ( ottenuta anche grazie ad una ottimizzazione a livello di linking ), una compatibilità pressoché totale con lo standard c++ , ed anche notevoli potenzialità in debug ( riuscendo anche parzialmente ad implementare, attraverso la possibilita' di modificare codice durante il debug, quella modalità di sviluppo "debug mode" tanto cara agli sviluppatori Microsoft );

superfluo dire che, con queste premesse, Visual C++ 2005 fu un grande successo, e Microsoft riuscì nell'intento di far migrare piattaforma a gran parte degli sviluppatori.


Ma anche le cose belle finiscono :

- Visual Studio 2005 non è più installabile in Windows 8.1 e la migrazione verso versioni più recenti di visual studio è ormai diventata una necessità. Anche la compilazione a 64b, al tempo opzionale e disponibile solo su alcune versioni, oggi rappresenta una necessità


Due sono i problemi che si presentano agli sviluppatori in questa migrazione :

1 - I vecchi progetti di setup non sono piu' supportati

2 - I progetti C++ sono profondamente cambiati ( Microsoft usa anche un nuovo nome per questi progetti, .vcxproj in luogo del vecchio .vcproj , e la migrazione automatica spesso fallisce )


Per il primo problema , dopo avere provato vari tool di conversione automatica di terze parti ed avere constatato vari problemi ( difficilmente risolvibili, anche perché questo tools creano progetti molto strutturati e complessi su cui poi è molto complicato mettere mano), la mia soluzione definitiva è stata quella di usare dark.exe , incluso in wiz, per generare un nuovo progetto di setup per wiz, e quindi cambiare manualmente l'attributo source per i vari files 


Per il secondo problema, con Visual Studio 2005 aperto per verificare le varie opzioni inserite nel vecchio progetto, ho ricreato ex-novo un progetto C++ e quindi reinserito i files esistenti mantenendo parametri e riferimento del vecchio progetto


Alla fine sono quindi riuscito e ricompilare la soluzione e ricreare il file di installazione , che funziona senza problemi anche su windows8.1 , e soprattutto a poter abbandonare il vecchio windows